Respinte tutte le offerte della tv di Di Francesco. Per la serie A i diritti non verranno riassegnati, mentre per la B si prospetta un accordo con Mediaset

Europa 7 non ce l’ha fatta. Sia la Lega Calcio di Serie A, che quella di Serie B hanno respinto le sue offerte, tra l’altro le uniche arrivate, per rilevare i diritti ex Dahlia.
La Lega della massima serie (della quale Dahlia tv possedeva l’esclusiva sul digitale terrestre di otto squadre: Cagliari, Catania, Cesena, Chievo, Lecce, Parma, Sampdoria e Udinese) giudicando l’offerta di 5,2 milioni di euro di Europa 7 non congrua, ha deciso di tenersi i diritti che, per “proteggere il valore del prodotto”, per questa stagione non verranno più assegnati. Come dichiarato da Beretta, presidente dimissionario (per lui è già pronto il comando della corporate identity in Unicredit), invece, saranno le prossime assemblee a decidere che fine faranno i diritti per la stagione 2011-2012.
Anche per quanto riguarda la Lega di Serie B l’offerta è stata respinta al mittente, ma in questo caso lo scenario è diverso. Il presidente Andrea Abodi è ancora convinto che “venerdì 18 marzo le partite saranno in onda”. Sfumata l’ipotesi Europa 7, l’unica soluzione è un accordo con Mediaset. L’azienda di Cologno Monzese non ha presentato alcuna offerta eppure sembra molto probabile che alla fine i diritti finiranno a lei. In alternativa sarà la Lega l’editore delle partite con Mediaset distributore dei contenuti.
Gli abbonati Dahlia

In ogni caso per gli abbonati Dahlia ci sarà poco da fare: le partite di serie A saranno trasmesse fino alla fine della stagione solo da Mediaset sul digitale terrestre (a parte quelle 14 che erano esclusiva di Dahlia) e Sky sul satellite; e per la B, nella migliore delle ipotesi, oltre a Sky (l’emittente satellitare al momento le trasmette in esclusiva) le trasmetterà anche Mediaset Premium.


Fonte:
businesspeople.it