Tempi difficili per il sistema di codifica sec*a 2, che si direbbe proprio sotto assedio da parte dei pirati. Ma ricostruiamo dall'inizio il problema: i primi segni di cedimento sono arrivati proprio dalla nostrana s*y Italia, inizialmente vittima dei pirati che utilizzano ti*anium Card e decoder Dreambox o Dragon CI, che sono riusciti a decriptare i segnali illegalmente, successivamente questa possibilità è stata estesa anche ai decoder con cam ZETA CI e in ultimo anche con cam Aston.
Sempre s*y Italia da alcuni giorni è ricevibile dai pirati anche con schede sat per pc SkyStar2 dall'esiguo costo di soli 80 Euro, senza necessità di utilizzo di apparecchiature aggiuntive, ma solo grazie all'utilizzo dei files per ti*anium card.
La seconda pay tv presa di mira è la polacca Cyfra+, in questo caso i pirati del satellite sono riusciti a riattivare vecchie smart card della tv permettendo la ricezione di tutti i canali (compreso il pacchetto Platinum, ma esclusa la pay per view). Per Cyfra+ le uniche due possibilità per ovviare o almeno attenuare il fenomeno sarebbero il cambio di codifica (si parla di possibile passaggio al sistema Nagravision Alladin) o la richiesta di restituzione da parte degli abbonati delle vecchie card. A tutto questo si aggiunge la circolazione di decoder Pioneer patchati che permetterebbero la visione abusiva dei programmi.
In ultimo (per ora) è vittima della pirateria anche la spagnola Digital+, attraverso l'utilizzo di decoder Dreambox, Dbox2 e alcuni modelli di GoldBox con ti*anium Cards. Per ovviare a questo problema il broadcaster sembra sia intenzionato a passare alla codifica Nagravision Alladin, al momento ritenuta sicura. A conferma di questo vi sarebbero dei test con la nuova codifica attualmente in corso sui canali trasmessi dal satellite Hispasat.
Quello che tutti però al momento si chiedono è quale sarà la posizione di s*y Italia nei confronti di questo attacco, e prevediamo che la risposta arriverà molto presto. Già da ora sono molteplici le voci che vedrebbero vicino l'abbandono di questa codifica per utilizzare unicamente il più sicuro ed economico NDS (in quanto di proprietà di News Corporation, società a cui fa a capo anche s*y Italia).